domenica 18 luglio 2010

Nuovamente soprappensiero

Essendoci sempre mutamenti nel mondo questo ne genera ovunque.

Certamente è stancante parlare di quello che sembra ovvio, ma come dice qualcuno < "Non c'è mai nulla di più sfuggente dell'ovvio" >.

E' altrettanto ovvio, per chi mi conosce, notare il mio carattere prettamente riflessivo e molto dissociato dalla realtà, quasi alieno ad essa. Forse la mia visione di esso rasenta l'utopia.
Certo, so di annoiare, ma quando si sente dentro uno scorrere di un "che" di indescrivibile, il meglio che si può fare è scrivere, scrivere e scrivere affinché si possano pronunciare "cose" che si avvicinino ad essa.

I cambi di stagione e il maturare e forte e vivido, almeno dentro me, in quanto so in che cambio precisamente. Certo non mi sento maturo abbastanza da sentirmi adulto, ma fa nulla, sarebbe troppo. Pretendere troppo, senza accontentarsi, uccide la vita.

A parte il noiosissimo avvicendarsi di parole, pensieri e situazioni, posso dire solo che ci si ritrova in periodi della vita in cui sorgono continui dubbi su ogni passo che si fa e si medita di fare, ma poi tutto crolla perché incorre in quello che è il reale procedere delle cose, estraneo al pensiero, almeno di chi è dissociato dalla realtà. Vantaggio o Svantaggio questo? Può darsi entrambi, o nessuno. Fatto sta che non importa.

Sono assaltato dai pensieri perché mi rendo sempre più conto di piccole cose che mano a mano si notano solo dopo essere cresciuti, come ad esempio caratteri e comportamenti delle persone, fastidi e tensioni che si hanno. Intenzioni e volontà che si possiedono. Ma soprattutto nell'arco di tempo si notano davvero le persone che mancano all'appello. Si nota davvero quelli che sono soggetti che hanno segnato una vita, seppur ancora breve. C'è sempre un segno tracciato dentro quello che viviamo; il fatto è che quando esso viene tagliato di netto lascia una sensazione strana alle sue spalle.
Magari mi sbaglio, e vorrei che fosse così, ma manca qualcosa in questa vita o in questo momento preciso! Non saperne descrivere i particolari è una mancanza, ma piacevole al momento, in quanto mi costringe ad esplorare il mondo e le sue verità!

venerdì 2 luglio 2010

Poggio su di un mondo o sto cadendo?



Che cosa direi su questo mondo in cui poggiamo le nostre vite?
E' troppo piccolo. E' malandato. Ridotto ad un oggetto sotto il volere di chi comanda le zone del mondo più imponenti. Migliaia di cose si possono dire su questo mondo, ma quando ci soffermiamo troppo a pensare a quello che succede realmente, a chi realmente detiene il controllo di tutto, non ci resta che pensare a quei "qualcuno" che tutti conoscono in un modo o nell'altro. Sappiamo benissimo che scrivere non risolverà certo le condizioni di questo lungo declino a cui stiamo vivendo. Sembra triste quello che sto scrivendo, ma a quanto pare la realtà non mi da nemmeno modo di smentirmi. Ci sono posti e luoghi in cui tutto sembra perfetto, sembra tutto regolare e tranquillo. Ma sono rarissime oasi. Si sa perfettamente che ci sono posti in cui tutto si muta in meraviglia, dove non si pensa che a divertirsi o comunque a non pensare mai al peggio, ma a quanto pare questi posti non sono molto vicini tra loro né sono molti in questo mondo. Dopo poco si intravedono i confini che dividono le oasi di pace dai laghi di scontri. Scontri non semplici da gestire. Scontri guerreggiati e altri pacifici, verbali, ideologici, religiosi. Scontri che ascoltati casualmente sembrano avere una loro logica, ma che ascoltati dall'inizio, presi dalla base e scrutati fino al loro punto terminante sembrano avere solo una cosa in comune tra loro: sono scontri nati tra uomini che si coprono di idee e dogmi per nascondere interessi propri. Questo mondo merita qualcosa di più, ma a questa gente di questo mondo non interessa più nulla. Forse mi sbaglio, ma oggi il mondo sembra cadere.....o forse sono io a cadere dentro qualcosa....e lo chiamo mondo!

giovedì 1 luglio 2010

Momenti freschissimi di pazzia!

Se voglio iniziare da capo tutto che devo fare?


U_____U Qualcuno ha una risposta....anche stupida.......qua mi dicono "BUTTATI GIU' DALLA FINESTRA, VEDRAI CHE BELL'INIZIO!"

Ma mi farò male? BOOOH......(Ma che razza di regia ho -_____ - )

Passiamo a cose serie....oggi temporale.......SONO COSE SERIE QUESTE? O____O Sono in un covo di folli......Su chi mi devo fidare ora....sul tavolo....sulle telecamere....sugl'oggetti....HEY FOGLIO PARLAMI TU, DIMMI CHE DEVO FARE? COSA DEVO FARE?.............[momenti interminabili di silenzio profondissimo].........NON FISSARMI COSIIIIIIII'!!!!! ç___ç...OK è appurato...sono solo in mezzo a dei fogli.....Oh la regia mi passa un foglio...vediamo che dice: -Ci scusiamo per l'intercalare di follia irrequieta e incondizionata e irreversibile che continua a colpirci, come la peste fece in europa, però è troppo divertente, le nostre visioni folli almeno le possiamo mettere in atto. Dai ci divertiamo tutti quanti, anche voi che leggete/vedete/sentite tutto questo-. MA CHE BASTARDI DI MERDA.....SPERO FACCIATE UNA BRUTTA FINE.....Non è possibile i pazzi affluiscono a migliaia in questo luogo, è assurdo. Dovrò rivedere il mio contratto, non è stabile....non si può lavorare con tutta questa gente....sarei più fortunato con la "roulette russa" che lavorando qui dentro in questo covo di scalmanati......COSAAAA? ç_____ç....LA REGIA DICE: "Se vuoi ti passiamo una pistola, puoi sempre provare e tentare con la roulette!"....SI SONO ANCHE MESSI A RIDERE...COSA C'E' DA RIDERE.........[tanto silenzio]......AH...ma...hanno....detto....solo...roulette......maledetti bastardi mi avrebbero ammazzatto....mi avrebbero dato una pistola caricata pienamente con i proiettili. IO VI DENUNCIO UN GIORNO.....si però per cosa.....per tentato omicidio in uno scherzo?.....Ok divento matto stesso io assieme a loro....no aspetta....DIVENTO MATTO COME LORO SE CONTINUO COSI'!....OK Calmiamoci......[respiri lunghi e profondi]....Ok notizia:


-Le papere fanno quak!......MA E' UNA NOTIZIA QUESTA? MA.....ç__ç AIUTOOOOO!
Andiamo oltre....

-Un carrarmato si innamora di un cancello di sicurezza.......-____- mi prendete in giro?
Vediamo oltre.....

-Un uragano ha fracassato le balle.........e a noi che ci frega.....COSA LA REGIA MI CHIEDE DI ESSERE PIU' SENSIBILE....ma a me non importa nulla dell'uragano O____O.......vabbene......[RESPIRA TAAAANTO]......[con voce sclerata, disperata, che rasenta il delirio] OMMIOOOOODIOOOOOOO UN URAGANO HA PROVOCATO UN INGENTE QUANTITATIVO DI DANNI....OMMIODIOOOOOOO AAAAAAAH SI SALVI CHI PUO'!....VA BENE COSI' REGIA.............MA COME SI? O_____o

-La musica è arte.......MA NO!..... -_____-

-Senza cervello non possiamo vivere.....Beh se per questo nemmeno senza soldi visto come va il mondo......COME NON DEVO FARE COMMENTI...... ç______ç SEMPRE PEGGIO! ç_____ç

(quando finiscono queste idiozieeeee O___O)

-Il nastro adesivo non è un liquore........Oddio questa è pura follia.....[guarda la regia].....Già non posso aspettarmi nient'altro da loro.......[esasperato continua]

-Le farfalle sono molto colorate.....O____O..C'è una notizia buona????

-La legge bavaglio del governo italiano 2010 è una cagata mostruosa......AH finalmente qualcosa di serio....ç__ç piango di gioiaaaaa.....

-I cani fanno bau e sono tanto cuccioloso.....O___O che dolce notiziaaaaaaa.....da far lacrimare.........ma....lo sapevo già.... -___-

- BAU! O_____O..non ci sono altre notizie...CIOE'....BAU.....oddio......qui è il colmo....ma per chi mi avete preso...per la vostra bambolina???


Cosa? AVETE DETTO CHE VADO BENE? CHE POSSO CONTINUARE? O____O CIOE' PRETENDETE DI FARE ALTRE SCENEGGIATE DI PURA FOLLIA...SOPRATTUTTO CON ME...[ci pensa a lungo].........OK MI STA BENE QUANDO DEVO VENIRE :D :D :D ????

DOPO DOMANI....OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOK CI SARO'!


[esce dal luogo].......E gli altri partecipanti al concorso lo fermano e gli chiedono come è andata se è difficile. Lui...infame...imparando da una certa Regia......dice: "Si è difficilissimo. Impossibile. SISI U___U"
Appena uscito MUORE DALLE RISATE.......non sa perchè...Muore dal ridere e torna felice a casa!

mercoledì 30 giugno 2010

Una cosa molto semplice.....

....Codesto blog si aggiornerà. Diventerà un pò più bellino di prima....ZIZIZIZIZI!




E' notte non aspettatevi che sia sano di mente


U_____U

domenica 6 settembre 2009

C'era un ragazzo.....chissà dove chissà dove

C'era una volta un ragazzo. Costui credeva che tutto fosse nato per essere distrutto. Adesso sa che tutto nasce per vivere e per terminare, ma niente vive per niente. Tutto ha un motivo, un significato. Non c'è vita senza che non ci sia motivazione nel generarla. Anni passano e sembra che tutto stia per sfociare nell'ennesimo delirio di delusione. Ma chissà...chissà...chissà....se riuscirà ad amare chi vuole amare. Chissà se riuscira a toccare quelle sue mani, fornendo calore umano e ricevendone altrettanto, occasione mai vissuta e mai ricevuta. Quante delusioni gli sorgono in mente, ma non si da per vinto. Non smetterà di credere di poter avere una speranza. Non morirà con il resto del mondo, ha intenzione di vivere. Vivere per il resto della vita. Non ha intenzione di desistere o di prendere le cose come fossero un gioco, anche se pazzo o folle o anche se dice che la vita è un gioco, per lui è esattamente l'inverso, come fosse una bugia per dire la verità e per illudere chi non vuole veramente capire. Questo ragazzo ha intenzione di evitare il male che c'è dietro l'illusione, vuole disilludersi, e per farlo ha bisogno di parlare, e per parlare ha bisogno delle parole ma per dirle ha bisogno della persone a cui deve dirle. Sa che tutto quello che dirà o che potrebbe essere detto è una costante di fallimento indissolubile e che il tempo gioca la sua parte in modo costante e indeterminabile ma sa anche che nel successo come nel fallimento, non c'è mai una vera certezza direzionale, c'è sempre un pò di quella fortuna che deve essere giostrata con le occasioni, seppur casuali o costruite che siano. Questo ragazzo....ci sta mettendo l'anima, il cuore, tutto se stesso.....ogni singolo pezzettino della sua vita e della sua carne. Soffre ogni giorno e ogni sera....ma cerca di rimanere in silenzio. Ma il silenzio si corrompe con la vista degl'occhi.

Notte.......occhi.........chiudetevi in un torpore e dimenticate per qualche giorno di essere esistiti in un turbinare di sofferenze!

Passato passato

Ho sbriciolato le mura del mio passato.
Cosa ne è rimasto?
Nulla.
Perfettamente nulla.
Sciocco io che ho creduto di avere qualcosa in mano.
Ho tradotto 18 anni di vita in un sol giorno di furia.
Polvere e vecchie cartaccie,
questo ho avuto per anni.
E in mano?
Nulla.