domenica 6 settembre 2009

C'era un ragazzo.....chissà dove chissà dove

C'era una volta un ragazzo. Costui credeva che tutto fosse nato per essere distrutto. Adesso sa che tutto nasce per vivere e per terminare, ma niente vive per niente. Tutto ha un motivo, un significato. Non c'è vita senza che non ci sia motivazione nel generarla. Anni passano e sembra che tutto stia per sfociare nell'ennesimo delirio di delusione. Ma chissà...chissà...chissà....se riuscirà ad amare chi vuole amare. Chissà se riuscira a toccare quelle sue mani, fornendo calore umano e ricevendone altrettanto, occasione mai vissuta e mai ricevuta. Quante delusioni gli sorgono in mente, ma non si da per vinto. Non smetterà di credere di poter avere una speranza. Non morirà con il resto del mondo, ha intenzione di vivere. Vivere per il resto della vita. Non ha intenzione di desistere o di prendere le cose come fossero un gioco, anche se pazzo o folle o anche se dice che la vita è un gioco, per lui è esattamente l'inverso, come fosse una bugia per dire la verità e per illudere chi non vuole veramente capire. Questo ragazzo ha intenzione di evitare il male che c'è dietro l'illusione, vuole disilludersi, e per farlo ha bisogno di parlare, e per parlare ha bisogno delle parole ma per dirle ha bisogno della persone a cui deve dirle. Sa che tutto quello che dirà o che potrebbe essere detto è una costante di fallimento indissolubile e che il tempo gioca la sua parte in modo costante e indeterminabile ma sa anche che nel successo come nel fallimento, non c'è mai una vera certezza direzionale, c'è sempre un pò di quella fortuna che deve essere giostrata con le occasioni, seppur casuali o costruite che siano. Questo ragazzo....ci sta mettendo l'anima, il cuore, tutto se stesso.....ogni singolo pezzettino della sua vita e della sua carne. Soffre ogni giorno e ogni sera....ma cerca di rimanere in silenzio. Ma il silenzio si corrompe con la vista degl'occhi.

Notte.......occhi.........chiudetevi in un torpore e dimenticate per qualche giorno di essere esistiti in un turbinare di sofferenze!

Passato passato

Ho sbriciolato le mura del mio passato.
Cosa ne è rimasto?
Nulla.
Perfettamente nulla.
Sciocco io che ho creduto di avere qualcosa in mano.
Ho tradotto 18 anni di vita in un sol giorno di furia.
Polvere e vecchie cartaccie,
questo ho avuto per anni.
E in mano?
Nulla.

lunedì 31 agosto 2009

un cambiamento!

C'è bisogno di urlare forte a questo mondo
Bisogna cambiare......tutto
Ogni singolo pezzettino.
Bisogna
dire
LA VERITA'
OGGI....DOMANI....SEMPRE
Mai dobbiamo smettere....mai dovremo smettere...e mai smetteremo

venerdì 28 agosto 2009

Pensieri al setaccio e ritrovo di vie offuscate

Setacciando i fiumi
dei pensieri, delle parole,
delle verità e delle menzogne,
per trovare maggiori certezze
privandomi dei dubbi
che annebbiano ogni cosa.

Ora che nebbie e tremori
sono fuori dalla mia via,
non rimane che seguir quella
rotta che luce celeste mostra
con insegne dorate e luminescenti.

Seppure dovessi perdermi,
l'unica strada sarebbe quella
che fin d'ora non ha mai
desistito nella sua esistenza,
ma che con forza, anche se debole,
è sempre rimasta affianco
del mio cuor triste e solitario
ma speranzoso e ben pensante.

Ora si ritorna al setaccio di verità
di giustizie e di sonanti ed etiche parole,
così da poter essere qualcuno, qualcosa o
nessuno e niente, ma allo stesso tempo
tutto e nulla, come infinito e finito.

mercoledì 26 agosto 2009

Un filo di parole grattate su di un muro inesistente

Per questo mondo ci ritroveremo a camminare.
Per queste terre troveremo di che sopravvivere.
Per questi luoghi ci incontreremo per mai più separarci.

Ormai è scritto,
Ormai è detto,
Ormai è fatto.

Si era in passato,
Si è nel presente,
Si sarà nel futuro.

Musica



Anche se non si conoscono le corde,
la musica è una trasmissione
di emozioni e sensazioni
che si librano nel vento.

La doppia faccia della fortuna

V E N T O


E' il vento a muovere le piccole cose di questo mondo.
Soffia sempre e muove tutto.
Dalla polvere insignificante alle parole più importanti.
Non si stanca mai. Si muove in continuazione.
Non si ferma. E' sempre in movimento.
Ora è qui. Domani lì. Dopodomani CHISSA'.
E' dinamico ed eccentrico, pazzo e scatenato,
dolce e delicato, furibondo e sfrenato.
Sfiora tutto. Ogni cosa. Non si ferma mai.
E' il vento.

E si comincia l'evasione

Ed ecco il primo passo.

Si avrà la libertà?